DENTRO GLI OCCHI COSA RESTA titolo provvisorio (progetto in fieri)

Anche se la finestra é la stessa

non tutti quelli che vi si affacciano

vedono le stesse cose:

la veduta dipende dallo sguardo

Alda Merini

DENTRO GLI OCCHI COSA RESTA è un progetto sul senso della vista in cui l’autrice vuole invitare lo spettatore a scegliere il suo punto di vista attraverso la stimolazione sinestetica della performance.

Corpo, video e suono collaborano per esplorare le potenzialità della relazione tra ciò che è visto è ciò che si vuole far vedere.

Un progetto sinestetico, ibrido, liquido, tecnologico e primitivo.

Con sostegno di Artisti Drama e Vera Stasi

Con lo sguardo attento di Giacomo Ferdinando Albano ed Elena Mazzotti